Iniziative di Opera Europa

Opera Europa è determinata a investire in iniziative volte a rafforzare le capacità professionali dei suoi membri. Tre di essi sono stati assegnati in via prioritaria dal Consiglio e sono stati approvati dall'Assemblea Generale di Kiev.

Il Consiglio di Amministrazione di Opera Europa ha deliberato di dare la priorità a diverse iniziative per i prossimi anni.

La buona notizia che Creative Europe ha messo a disposizione circa 2 milioni di € per il progetto Opera Vision per il periodo compreso tra il 2017 e il 2020 ci permette di affermare con più determinazione che il futuro sviluppo di The Opera Platform sarà uno degli obiettivi principali nei prossimi tre anni.

Per prima cosa, è importante dire che il numero dei teatri coinvolti è raddoppiato passando da 15 a 30, presenti in 19 invece dei precedent 12 stati Europei, 60% dei quali è nuovo al progetto. Ciascun partner si impegna a una contribuzione annuale in modo da adempiere alle aspettative della Commissione Europea.

Secondariamente, il nostro obiettivo, già raggiunto con TOP, è di aprire la platform a nuovi contributi selezionati tra non partners, a condizione che abbiano i diritti per lo streaming. Per rendere più semplice questa iniziativa, abbiamo messo da parte una piccola somma nei conti del 2016 per avere un fondo da destinare a non partners che vogliano acquistare i diritti e rendere Opera Vision ancora più inclusiva di TOP.

Il contenuto vario e gratuito della platform digitale è l’elemento centrale della missione di Opera Europa. A questo fine, stiamo attivandoci per avere partnerships con alter istituzioni in campo culturale. Abbiamo intenzione di accogliere tutte le opportunità offerte dall’iniziativa della Commissione Europea Anno del Patrimonio Culturale 2018 per promuovere un intero anno di opera online e offline.

Questo sarà anche il tema della dodicesima edizione degli European Opera Days, che si terrà tra il 4 e il 13 Maggio 2018.

Una inziativa collegata sarà il World Opera Forum a Madrid tra il 12 e il 15 Aprile, che coinvolgerà i nostri partners di Opera America e Opera Latin America e una campagna di visibilità sui media.

Opera Europa è anche determinata a investire nelle capacità professionali dei suoi membri. Il Consiglio di Amministrazione ha dato la precedenza a tre punti che sono stati approfonditi alla Assemblea Generale, come riassunto di seguito.

Il primo è un esercizio di Benchmarking complessivo pensato per riunire obiettivi e statistiche che possano essere effettivamente utili ai teatri membri per rapportarsi ai loro stakeholders pubblici e privati. Attualmente i nostri database non sono nè complessivi nè aggiornati, in confronto a quelli di Opera America. Il loro metodo e lo studio dei nostri dati ci porterà a sviluppare il nostro proprio modello. Non deve diventare troppo complicato per i teatri membri ma sarà necessario stabilire criteri di misura per quantità e qualità. Il piano è di condurre una ricerca durante l’autunno 2017; analisi e un test si terranno durante il forum specialistico a Sofia tra il 22 e il 24 Marzo 2018; i risultati sara nno disponibili per i teatri che avranno contribuito durante la Conferenza di Giugno 2018 a Zurigo.

Opera per i giovani riguarda i molti modi in cui ci si rivolge ad un pubblico giovane. Attraverso la ricerca si potranno individuare le pratiche migliori, e non solo nel campo dell’opera. E’ una grande opportunità per i Direttori Generali per condividere idee con il forum Education, che avrà una maggiore influenza nel nostro programma. Si può già prevedere una conferenza su questo tema per l’autunno 2018.

L’Aggiornamento Professionale è una preoccupazione ricorrente tra i nostri teatri membri. Il Corso di Opera Management si terrà per la quinta edizione a Lille ad Agosto. Quale futuro sviluppo per il corso? Si dovrebbe allo stesso tempo investire in incontri sporadici per senior managers? Potrebbe essere utile pensare a una scambio di staff tra i teatri? Opera Europa può operare in quanto coordinatore ed aiutare per uno scambio internazionale costruttivo.

La lista appena descritta non è intesa come definitiva ma come una indicazione di quello che Opera Europa potrebbe fare per rafforzare i teatri nei prossimi anni.

The welcome confirmation that Creative Europe has allocated almost 2 million € towards the Opera Vision project for the years 2017 to 2020 enables us to affirm more boldly that this development and extension of The Opera Platform will be one of Opera Europa’s prime objectives during the next three years.

Crucially, the partnership will be doubled from 15 to 30 participating theatres, of which 60% are new to the project; and the partnership will cover 19 instead of 12 European countries. Each of those partners will make an annual contribution towards the maintenance of the platform in a move towards matching EC funding and future sustainability.

Secondly, our aim, already being realised with TOP, is to open our free platform to contributions selected from non-partner members who have cleared rights for streaming. In order to facilitate this initiative, we have set aside a provision in the 2016 accounts to establish a small fund to help non-partners acquire those rights and to make Opera Vision more inclusive than its predecessor.

The free, content-rich, digital platform is the central element of Opera Europa’s advocacy of the art of opera. To that end, we are nurturing partnerships with other players in the cultural field, including broadcasters and educationalists. We intend to exploit the opportunities offered by the EC’s designated Year of Cultural Heritage 2018 to promote a year-long celebration of opera live and online.

That will also be the theme of the 12th edition of European Opera Days, which will take place between 4 and 13 May 2018.

A linked initiative will be the World Opera Forum in Madrid between 12 and 15 April, which will involve our partners at Opera America and Opera Latin America and a concentrated media campaign.

Alongside these advocacy initiatives, Opera Europa is determined to invest in others which are designed to strengthen its members’ professional capabilities. Here are the first three of them which have been prioritised by the Board and were endorsed by the General Assembly in Kyiv:

One is a comprehensive Benchmarking exercise designed to gather objective and authoritative data which can be genuinely useful to member companies in assessing their performance in relation to their peers and in supporting their case with public and private stakeholders. Currently our databases are neither comprehensive nor up-to-date, by comparison with those of Opera America. Their field studies may help guide us towards our own model. It should not become too complicated for members to complete, but should establish measurement criteria for both quantity and quality. The plan is to conduct research during autumn 2017; analyse it for testing at a joint specialist forum meeting in Sofia between 22 and 24 March 2018; and make the results available to contributing members ahead of the June 2018 Conference in Zürich.

Opera for young people addresses the issue of the many ways by which opera may best engage with young audiences. Research will gather and compare best practices, not only in the field of opera. It is an opportunity for Directors to share ideas with our Education forum, which will increasingly influence our programme. We might target a joint conference on the subject for autumn 2018.

Professional training is a preoccupation of many members. Our Opera Management Course will be in its fifth year this August in Lille, and has already yielded capable individuals for the sector. How may the course best be developed? Should we also be investing in sporadic training for more senior managers? Might some companies benefit by collaborating on staff exchange schemes? Opera Europa can act as coordinator and help secure transnational support for such initiatives.

The above are not intended as an exclusive list, but as an indication of what Opera Europa might do to strengthen member companies during the next years.